Panoramica di Pievebovigliana
Panoramica di Pievebovigliana
Panoramica di Pievebovigliana
Panoramica con cime innevate
Castello Beldiletto
Castello Beldiletto - Affresco interno
Castello Beldiletto - Cortile interno
Castello Beldiletto - Scuderie
Villa Filippo Marchetti Gallazzano
Chiesa di San Giusto in San Maroto
Chiesa di San Giovanni - Isola
Chiesa di San Giovanni - Isola
Cripta romanica di Santa Maria Assunta
Museo Storico del Territorio
Lago di Boccafornace
Lago di Polverina o Beldiletto
Palazzo Marchetti Campi
Ponte romanico di Pontelatrave
Chiesa e Convento di San Francesco - Pontelatrave
San Francesco interno

Home / i luoghi / archeologici

archeologici

SEZIONE ARCHEOLOGICA ‘VALERIO CIANFARANI’ DEL MUSEO CIVICO ‘RAFFAELE CAMPELLI’

Questa sezione del Museo è stata risistemata e aperta al pubblico nel 1999.

olla

Olla

Raccoglie i reperti ritrovati nel territorio comunale, dai primi scavi effettuati negli anni Trenta del Novecento, fino alle ultime campagne di scavo condotte, negli anni Novanta, nel sito del Monte San Savino.

iscrIscrizione di Fiordimonte

Tra i reperti conservati, oltre a quelli di ceramica, si segnalano l’iscrizione di Fiordimonte, su pietra calcare di colore grigio chiaro, recentemente identificata come un’espressione epigrafica dei Senoni, e quindi come una delle più antiche e rare iscrizioni lapidarie celtiche presenti in Italia;

testTestina femminile

un vago antropomorfo in pasta vitrea gialla, blu e bianca, che conserva le metà di due volti maschili barbati, di produzione fenicio-punica, databile intorno al IV secolo a.C.;

vagoVago di collana in pasta vitrea

una testina femminile in argilla, probabilmente un frammento di decorazione architettonica, appartenente alla tradizione medio-italica del III-II secolo a.C.;

salaSala interna sezione archeologica ‘V. Cianfarani’

una lastra fittile con decorazione a rilievo in argilla, probabilmente parte terminale di una lastra architettonica, riconducibile ad un ambiente fortemente romanizzato.

SITO ARCHEOLOGICO DI MONTE SAN SAVINO

Un’ipotesi dell’organizzazione territoriale dell’insediamento di San Savino, la cui massima fioritura si colloca fra la metà del IV e la prima metà del III secolo a.C., prevede una divisione funzionale delle aree occupate, con l’abitato, l’area di lavorazione, l’area santuariale e la necropoli. I ritrovamenti, nel corso del Novecento, da parte dei contadini del luogo, di reperti di ceramica colorata ha sostenuto, nel tempo, la creazione di numerose leggende sull’esistenza di un tesoro protetto da strane figure.

il meteo

Pioggia
Mercoledì
Pioggia
Pioggia
Giovedì
Pioggia
Pioggia
Venerdì
Pioggia
seguici anche su: